Iscrizione al servizio mensa scolastica

Il servizio di mensa o refezione scolastica viene attuato per i bambini e le bambine frequentanti il nido di infanzia comunale, la scuola dell’infanzia, la scuola primaria “Mencarelli” a tempo pieno e la scuola secondaria di primo grado iscritti al tempo prolungato. Per avere accesso al servizio i genitori di tutti gli studenti che utilizzano il servizio di refezione scolastica devono presentare istanza al Comune sia in caso di richiesta di tariffa agevolata che in caso di richiesta di tariffa intera.

Destinatari

Bambini/e e alunni/e iscritti a: Nido di infanzia comunale, Scuole di infanzia, Scuola primaria e Scuola secondaria di primo grado.

Come fare

Entro il giorno 31 luglio 2019 tutti i genitori sono invitati a presentare o inviare per mezzo posta la richiesta di accesso al servizio di refezione scolastica, compilando l’apposito modulo.

Documentazione

  • Compilare la domanda in ogni sua parte e allegare la seguente documentazione:
  • Copia fotostatica non autenticata di un documento d’identità, in corso di validità, del dichiarante, nel caso in cui la domanda non sia sottoscritta in presenza del dipendente addetto (art. 38 del D.P.R. n. 445/2000);
  • INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI sottoscritta;
  • Se la famiglia ha diritto all’agevolazione nella tariffa dovrà presentare o inviare per mezzo posta anche la specifica richiesta allegando copia ISEE IN CORSO DI VALIDITA’ calcolata ai sensi del D.P.C.M. 159/2013 e s.m. e i.;

Costi e modalità di pagamento

TARIFFE E CALCOLO AGEVOLAZIONE QUOTA REFEZIONE SCOLASTICA

Le tariffe sono state approvate con Deliberazione della Giunta comunale n. 213 del 27/12/2018. Le tariffe di seguito indicate sono da considerarsi al netto dell’IVA ai sensi di Legge.

1° fascia – € 1,65 a pasto (€ 1,72 – iva inclusa) per reddito ISEE fino a € 8.000,00 senza sconto per i figli successivi al primo che utilizzano il servizio mensa;

2° fascia – € 2,35 a pasto (€ 2,44 Iva inclusa) per reddito ISEE da € 8.000,01 a € 10.000,00 con sconto del 25% per i figli successivi al primo che utilizzano il servizio mensa: € 1,76 a pasto (€ 1,83 Iva inclusa);

3° fascia – € 3,25 a pasto (€ 3,38 Iva inclusa) per reddito ISEE da € 10.000,01 a € 15.000,00 con sconto del 25% per i figli successivi al primo che utilizzano il servizio mensa: € 2,44 a pasto (€ 2,54 Iva inclusa);

4° fascia – € 3,61 a pasto (€ 3,75 Iva inclusa) per reddito ISEE da € 15.000,01 a € 20.000,00 con sconto del 25% per i figli successivi al primo che utilizzano il servizio mensa: € 2,71 a pasto (€ 2,82 Iva inclusa);

5° fascia – € 4,33 a pasto (€ 4,50 Iva inclusa) per reddito ISEE oltre € 20.000,00.

Le fasce di reddito di riferimento si riferiscono all’ISEE del nucleo familiare che richiede il servizio o la prestazione. E’ prevista l’esenzione dal pagamento del servizio, concessa su proposta del Servizio Sociale, per i casi di grave e notorio disagio economico e sociale. L’Amministrazione Comunale può con proprio atto modificare le tariffe sopra indicate.

COME PAGARE

Ogni mese alle famiglie viene inviato il bollettino MAV per il pagamento dei pasti effettivamente consumati nel mese precedente. Il costo pari a euro 1,50 relativo alle spese di stampa, invio e postalizzazione del MAV è a carico della famiglia.

Cosa si intende per ISEE

L’ISEE è l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente che serve a valutare e confrontare la situazione economica delle famiglie. L’INPS mette a disposizione degli utenti delle istruzioni su come compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la richiesta dell’ ISEE che viene presentato per richiedere prestazioni sociali agevolate. I dati contenuti nella DSU sono in parte autodichiarati (come i dati anagrafici e i beni patrimoniali posseduti al 31 dicembre dell’anno precedente a quello di presentazione della dichiarazione) e in parte acquisiti dall’Agenzia delle Entrate (reddito complessivo ai fini IRPEF) e da INPS (trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari, erogati dall’INPS per ragioni diverse dalla condizione di disabilità e non rientranti nel reddito complessivo ai fini IRPEF).

Per le informazioni autodichiarate, il soggetto che compila la DSU si assume la responsabilità, anche penale, di quanto dichiarato.

CHI RILASCIA L’ ISEE

L’INPS, e l’attestazione può essere richiesta ai Centri di Assistenza Fiscali (CAF).

Tempi e iter della pratica

 

Modulistica

Data scadenza presentazione domanda

31 luglio 2019

Riferimenti normativi

Le tariffe per l’anno educativo e scolastico 2019/2020 sono state approvate con Deliberazione della Giunta comunale n. 213 del 27/12/2018.

 

 

Link utili:

 

Servizio di riferimento

Servizi scolastici, sanità, turismo, attività produttive, cultura, biblioteca, servizi sociali

Sede dell’ufficio:

Via Solferino n. 3 – 53042 Chianciano Terme (Siena) – Palazzo Giubilei (piano terra)

Responsabile dei Servizi Scolastici

Istruttore Direttivo
Dr.ssa Montiani Sara
Telefono: 0578 652315 Fax: 0578 31607
E-mail: sara.montiani@comune.chianciano-terme.si.it

Per informazioni rivolgersi a:

Collaboratore Amministrativo
Stefano Grigiotti
Telefono: 0578 652316 Fax: 0578 31607
E-mail: stefano.grigiotti@comune.chianciano-terme.si.it

Data ultimo aggiornamento

24 dicembre 2019

Orario ricevimento al pubblico:

lunedì dalle ore 10:00 alle ore 13:00
mercoledì dalle ore 10:00 alle ore 13:00
giovedì dalle ore 15:00 alle ore 16:00
venerdì dalle ore 10:00 alle ore 13:00
sabato: chiuso

Risorse correlate