Menu di navigazione

Calendario degli eventi

Salta il calendario degli eventi
Calendario
dicembre  2018
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
26 27 28 29 30 01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 01 02 03 04 05 06

PIANO COMUNALE DI EMERGENZA NEVE

COMUNE DI CHIANCIANO TERME
Provincia di Siena

PIANO COMUNALE DI EMERGENZA NEVE

INDICE

  1. Premessa
  2. Scopo del Piano Comunale di Emergenza Neve (PCEN)
  3. Fasi di intervento
  4. Limitazioni della viabilità
  5. Intervento 1 – Prevenzione ghiaccio
  6. Intervento 2 – Sgombero neve
  7. Informazioni
  8. Collaborazione dei cittadini

ALLEGATI:

  • Allegato A – Planimetria Prevenzione Ghiaccio
  • Allegato B – Planimetria Sgombero Neve
  • Allegato C – Risorse (mezzi e persone) a disposizione

1. Premessa


Il comune di Chianciano Terme, con convezione stipulata in data 28/09/200, ha delegato le funzioni di protezione civile all’Unione dei Comuni e pertanto con il presente piano intende approntare uno strumento operativo di intervento commisurato alle proprie risorse al fine di codificare procedure di intervento quanto più possibile immediate.

Il presente piano fa riferimento a situazioni caratterizzate da formazioni di ghiaccio (intervento 1) o precipitazioni nevose (intervento 2), per le quali si renda necessario attuare interventi immediati atti a garantire i servizi essenziali, evitare gravi disagi alla popolazione, garantire condizioni di sicurezza per la circolazione stradale e ripristinare la viabilità e pedonabilità.

Quando le precipitazioni sono tali da compromettere le condizioni di fluidità del traffico sulla rete stradale e causare gravi disagi alla popolazione, il Sindaco assume, nell’ambito del territorio comunale, la direzione e il coordinamento dei servizi di emergenza e provvede ad attivare gli interventi necessari.

Nella sua attività, il Sindaco sarà coadiuvato da:

  • Il Responsabile del Servizio di Polizia Municipale
  • Il Responsabile del Servizio Lavori Pubblici

Tutte le attività di direzione e coordinamento si svolgeranno all’interno del palazzo municipale ed in particolare nei locali posti al piano “mezzanino” (Palazzo Giubilei) – Ufficio Manutenzioni

2. Scopo del piano comunale di emergenza neve (PCEN)


Lo scopo del PCEN è quello di:

  • individuare i tratti stradali e le zone più sensibili in relazione al fenomeno neve
  • eseguire una mappatura della viabilità primaria (vedi tavola grafica allegata);
  • individuare i servizi essenziali da garantire quali la viabilità e punti strategici, strutture sanitarie edifici pubblici, scuole (vedi tavola grafica allegata);
  • individuare situazioni particolari (disabili, anziani residenti in abitazioni isolate ecc.);
  • organizzare risorse (uomini e mezzi) e predisporre le misure preventive;
  • prevedere le modalità di raccordo e soccorso dei soggetti coinvolti;
  • stabilire le modalità di attivazione ed intervento a seguito delle segnalazioni di emergenza;
  • individuare viabilità ed itinerari alternativi in relazione ad eventuali situazioni di chiusura al traffico di tratti stradali fortemente innevati o resi inagibili.

3. Fasi di intervento

Al fine di consentire una tempestiva organizzazione delle strutture operative da attivare per gli interventi vengono individuate le seguenti 3 fasi:

Fase di Attenzione

La fase di attenzione ha inizio a seguito della previsione di precipitazione nevosa o pericolo ghiaccio nella zona.
Adempimenti:

  • procedere alla individuazione del personale effettivamente disponibile, compresa l’eventuale mano d’opera straordinaria da impiegare nel servizio di sgombero neve ed infine costituire le squadre;
  • verificare la dislocazione dei mezzi, la loro efficienza e disponibilità di quanto necessario al loro tempestivo approntamento per l’impiego (lame, catene, ecc.);
  • contattare le ditte private preventivamente individuate (vedi elenco allegato), per accertare la effettiva disponibilità di idonei mezzi sgombraneve da impiegare sul territorio;
  • verificare le scorte di sale da disgelo;
  • far dotare i mezzi pubblici di catene da neve da tenere a bordo.
Fase di Preallarme

La fase di preallarme inizia con l’invio, da parte del Dipartimento della Protezione Civile, dalla Sala Operativa Permanente della Regione Toscana del bollettino di condizioni meteo avverse, con la previsione di precipitazioni nevose.

Adempimenti:

  • attuare quanto previsto nella fase di attenzione nel caso in cui il preallarme non sia stato preceduto da tale fase;
  • allertare i responsabili delle strutture operative e delle squadre comunali di intervento;
  • Compiti del Comando di Polizia Municipale:
  • effettuare (nella fase di servizio) un controllo continuo della viabilità e delle zone a rischio;

Compiti Ufficio Tecnico Settore Lavori Pubblici e Patrimonio

  • predisporre i mezzi e i materiali per gli eventuali interventi (veicoli, segnaletica, materiali e quant’altro necessario);
  • effettuare gli interventi richiesti dalla Pattuglia di Polizia Municipale impiegato nel controllo sul territorio;
Fase di Allarme

La fase di allarme ha avvio con l’inizio della precipitazione nevosa (manto stradale coperto con conseguente difficoltà di circolazione).

Adempimenti:

  • E’ necessaria la presenza del Sindaco e del referente tecnico di protezione civile (responsabile di servizio o suo delegato) “coordinatore”, con esperienza e conoscenza del territorio, in modo da poter seguire la situazione, fornire notizie, disporre gli interventi, inoltrare eventuali richieste di concorso;
  • dare il “via” a tutte le attività d’intervento previste nelle precedenti fasi;
  • informare e mantenere collegamenti costanti con la dirigenza scolastica per le modalità di intervento (sospensione delle lezioni) e eventuale trasporto degli alunni.

Nel caso di necessità di attivazione del volontariato, richiedere all’Unione dei Comuni (a cui sono state delegate le funzioni di Protezione Civile) di procedere all’attivazione

Compiti del Comando di Polizia Municipale:

  • predisporre idoneo servizio di pattugliamento e controllo del territorio;
  • tenere sotto controllo le situazioni particolari individuate (disabili, anziani, dializzati, residenti in strutture protette o in abitazioni isolate);

Compiti dell’ufficio tecnico:

  • dare il “via” a tutte le attività d’intervento previste nelle precedenti fasi;
  • effettuare gli interventi richiesti dal Sindaco e dalla Polizia Municipale, nonché quelli valutati a seguito delle segnalazioni giunte/recepite dal centralino comunale, in modo da assicurare prioritariamente la transitabilità delle strade comunali di accesso ad eventuali punti strategici della rete di distribuzione dei servizi essenziali, strutture sanitarie, edifici pubblici e scuole, utilizzando tutti i mezzi meccanici a disposizione;
  • provvedere al trasporto e allo spargimento di sale da disgelo, con particolare riguardo alle vie di accesso nei pressi delle scuole, edifici pubblici e strutture sanitarie;
  • attivare (se necessario) le Associazioni di Volontariato, con le procedure previste dal Regolamento Regionale in materia di attivazione del volontariato in situazioni di Protezione Civile.

Nel caso di necessità di attivazione del volontariato, richiedere all’Unione dei Comuni (a cui sono state delegate le funzioni di Protezione Civile) di procedere all’attivazione.


4. Limitazioni della viabilità

A cura del Comando di Polizia Municipale potrà essere data attuazione all’ordinanza di chiusura al transito delle eventuali strade e vie pubbliche che, a causa del forte innevamento, risultino pericolose per la circolazione, o che devono essere lasciate libere per favorire il passaggio dei mezzi di soccorso.
A seguito dell’interdizione al traffico, la circolazione verrà consentita nelle strade adiacenti di qualsiasi natura, che siano comunque percorribili e in grado di sopportare il flusso veicolare relativo.

5. Intervento 1- Prevenzione Ghiaccio.

Servizi Coinvolti: Ufficio Tecnico – Polizia Municipale

In concomitanza all’abbassamento della temperatura, relativamente al grado di umidità, sulla base delle comunicazioni della Protezione Civile, sulla base delle indicazioni e/o segnalazioni fatte dagli operai, dagli amministratori, dal Servizio di Polizia Municipale e/o da altre forze dell’ordine, ma soprattutto sulla base della propria conoscenza e/o esperienza l’Ufficio Tecnico prevede l’uscita di automezzi con attrezzature spargisale nei punti ritenuti pericolosi e critici per la viabilità e la pedonabilità.

L’intervento “prevenzione ghiaccio” avverrà con personale dotato di attrezzature a mano e automezzi comunali o di ditta incaricata o mezzi del volontariato dotati dell’attrezzatura spargisale.

Le priorità di intervento (i cui percorsi sono evidenziate in verde nella planimetria di cui all’allegato A) saranno le seguenti:

  • · Vecchia Senese, Strada del Morellone, Via Montale, Via Marchesi, Via Pascoli
  • · Via della Pineta, Via Buozzi, Via Manzoni, Via Foscolo
  • · Via della Valle, Via Madonna della Rosa, Via Circonvallazione, Via della Pace, Via Vesuvio
  • · Vai Dante, Via Risorgimento, Strada del Condotto, Strada del Cavernano

6 . Intervento 2 - Sgombero Neve.

Servizi Coinvolti: Ufficio Tecnico – Polizia Municipale - Volontariato Protezione Civile

Saranno oggetto dell’intervento tutte le strade pubbliche, nonché le piazze ed i marciapiedi del territorio comunale; quando, per il persistere delle precipitazioni nevose, si raggiunge la “fase di allarme”, è prevista l’uscita di automezzi con lame spartineve che provvederanno allo sgombero delle vie cittadine.

Negli elaborati grafici-cartine allegate sono indicati i punti di intervento, le priorità secondo cui si procederà allo sgombero manuale per consentire l’accesso ai pubblici edifici ed allo spazzamento neve delle strade con idonei mezzi, oltre ai punti di accatastamento della neve.

Sgombero manuale della neve davanti agli edifici pubblici e/o di pubblico interesse
Le priorità di intervento saranno le seguenti:

  • Ingresso scuola elementare e media di Viale Dante (se aperta)
  • Ingresso scuola elementare Via Manzoni (se aperta)
  • Centro Storico – Municipio – Banca – Ufficio Postale

Al termine della fase di emergenza saranno inoltre realizzati percorsi pedonali atti a garantire il raggiungimento di beni di prima necessità.

Spazzamento neve delle strade con idonei mezzi Ricordando che lo spazzamento della SS146 è a carico della Provincia, gli interventi prioritari saranno quelli eseguiti con i due mezzi comunali e relativi ai percorsi evidenziati rispettivamente in blu e Viola nella planimetria di cui all’allegato B.

Eseguita la pulizia delle strade segnalate, si procederà dapprima alla pulizia delle strade urbane secondarie e successivamente (solo nel caso di oggettiva situazione di protezione civile) alla pulizia di strade private interne al centro urbano

Parcheggi pubblici strategici per garantire la sosta:

Le priorità di intervento (cerchiate nella planimetria di cui all’allegato B) saranno le seguenti

  1. Piazza Gramsci
  2. Giardini – Via Dante
  3. Via Abetone – Impianti Sportivi
  4. Viale della Libertà (Banca CRAS/Albergo Rossana)
  5. Viale Baccelli
  6. Via Concetto Marchesi

Punti di Accatastamento Neve:

I punti di accatastamento neve (evidenziate in giallo nella planimetria di cui all’allegato B) saranno i seguenti

  • Parcheggio Via della Valle/Viale della Libertà (Officina Aggravi)
  • Parcheggio Via Baccelli/Santa Maria della Stella
  • Porzione Parcheggio Viale della Libertà (Banca CRAS/Albergo Rossana)

7. Informazione

In caso di nevicate copiose i cittadini potranno essere costantemente informati su tutte le operazioni di trattamento strade chiamando il numero 0578 6521 dove saranno operativi n. 1/2 centralinisti o in assenza alla Polizia Municipale al numero 334 6238140 con deviazione di chiamata alla pattuglia. A questo numero potranno essere segnalate necessità, bisogni relativi all’emergenza e situazioni particolari.

Aggiornamenti continui potranno essere trovati anche sulla pagina Facebook istituzionale del comune di Chianciano Terme.

8. Collaborazione dei cittadini

Oltre che agli Uffici Comunali, alla Polizia Municipale e al Volontariato/Protezione Civile, gli altri attori coinvolti sono sicuramente i cittadini, i quali sono chiamati a giocare un ruolo altrettanto importante.

Infatti nel caso di copiose nevicate, il piano neve è si attuato dall’Ufficio Tecnico Comunale che coordina gli interventi sul territorio, ma tali interventi potranno essere resi ancor più efficaci e veloci se vi sarà la collaborazione di tutti.

Queste sono le poche ma fondamentali regole:

  • Il cittadino si deve mantenere costantemente aggiornato sulle situazioni di emergenza;
  • In caso di neve, si eviti di ricorrere all’uso dell’automobile. Se è proprio necessario ci si assicuri di avere pneumatici termici o catene montate. Ad ogni nevicata, infatti, le automobili bloccate e abbandonate creano sempre gravissimi problemi ed enormi ritardi nella pulizia delle strade;
  • Affinché gli spazzaneve possano intervenire, è indispensabile evitare di lasciare automobili in sosta sulla strada. In caso di nevicate è necessario parcheggiare le automobili all’interno dei cancelli delle abitazioni o delle proprietà private;
  • La pulizia dei marciapiedi e di eventuali accumuli di neve davanti ai fabbricati ed ai passi carrabili e pedonali delle proprietà private, deve essere eseguita a cura dei cittadini, ciascuno per il tratto che gli compete. Il passaggio pedonale sui marciapiedi deve essere garantito dai residenti delle abitazioni e dagli operatori commerciali le cui attività si affacciano sulla strada.

La neve proveniente dallo sgombero delle proprietà private e quella accumulata davanti alle stesse proprietà, deve essere diligentemente ammucchiata sull’area privata, evitando di gettarla sulla strada o sui marciapiedi ostacolando il traffico veicolare o pedonale.

  • Si consiglia ad ogni cittadino di acquistare sale e munirsi di pale per sgomberare le proprie aree private.
  • Si consiglia di verificare costantemente che non si creino condizioni di pericolo per i passanti come l’accumulo eccessivo di neve sui tetti spioventi o la formazione di ghiacci pendenti dalle grondaie.



Nelle immagini: nevicate a Chianciano negli anni precedenti

Documenti

Attenzione: i documenti di seguito riportati potrebbero richiedere la presenza di applicazioni o visualizzatori.
 

Menu dei collegamenti di utilità