Cerca nel sito

Motore di ricerca del sito

Menu di navigazione

Calendario degli eventi

Salta il calendario degli eventi
Calendario
gennaio  2018
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
01 02 03 04 05 06 07
08 09 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 01 02 03 04

Inaugurato il Centro di Restauro

Il laboratorio di restauro di Chianciano Terme è stato inaugurato il 14 marzo 2009.

Il progetto è stato curato dall’ing. Mario Bianchi. La struttura è distribuita su due livelli rifinita con mattoni faccia-vista e ha al suo interno due laboratori con una ventina di postazioni ciascuna, nonché una sala per conferenze, spazi per i lavaggi dei materiali, tre uffici e una piccola tribuna pavimentata a scacchiera che può essere utilizzata per eventi in esterno.

L’edificio, una struttura di nuova costruzione addossato al Museo civico archeologico delle acque, è stato realizzato grazie ai contributi della Fondazione Monte Paschi di Siena, del Comune di Chianciano Terme e della Fondazione Musei Senesi che ha contribuito alla fase progettuale e si è adoperata per il reperimento dei finanziamenti. Inoltre c’è stato il sostegno di: Provincia di Siena, dell’Associazione Geoarcheologica di Chianciano Terme, dei Comuni di Cetona, Pienza e Sarteano e della Fondazione Museo Archeologico delle Acque di Chianciano Terme.

Il progetto del laboratorio fu presentato nel 2006 dall’Amministrazione Comunale, anche se l’esigenza di studiare e restaurare i numerosi pezzi rinvenuti nel territorio del comune di Chianciano in una sede idonea, era sentita almeno dal finire degli anni Novanta, in particolare per il restauro dei molti reperti provenienti dalla necropoli di Tolle in località La Foce.

Sempre nel 2006 (6 giugno) è stata firmata una convenzione tra l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze e la Fondazione dei Musei Senesi per la concessione della gestione del laboratorio di restauro. Il centro di restauro di Chianciano Terme è concesso in uso alla Fondazione dei Musei Senesi che nel 2006 ha siglato una convenzione della durata di sette anni, rinnovabile, con il prestigioso Opificio delle Pietre Dure di Firenze.

Menu dei collegamenti di utilità