Menu di navigazione

Calendario degli eventi

Salta il calendario degli eventi
Calendario
luglio  2018
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
25 26 27 28 29 30 01
02 03 04 05 06 07 08
09 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 01 02 03 04 05

Stadio Comunale

La struttura dello Stadio Comunale è di proprietà comunale.
La struttura è dotata di manto erboso e di nuovi spogliai (inaugurati nel 2008).

Didascalie foto: immagini dello Stadio Comunale e del Campo in erba sintetica adiacente

  Le tribune dello Stadio Comunale

Didascalia foto: immagine delle tribune dello Stadio Comunale

Gli spogliatoi dello Stadio Comunale

Didascalia foto: spogliatoi dello Stadio Comunale

La banda musicale allo Stadio Comunale

Didascalia foto: una esibizione della Banda Musicale Bonaventura Somma allo Stadio Comunale



Cenni storici sul campo di calcio di Chianciano Terme

Siamo nell'immediato dopoguerra, si parlava finalmente di sport, inteso soprattutto come calcio e ciclismo, quando il 15 marzo 1945 nacque la società sportiva calcistica VIRTUS sebbene il campo sportivo ancora non esistesse. Le partite di calcio, infatti, si disputavano ancora al "gioco del pallone" (giardini pubblici), un area delimitata da un "muraglione" che, se era funzionale al gioco del tamburello e prima ancora costruito per il "gioco del bracciale", non era certamente adatto al gioco del calcio e non consentiva alla neo-associazione calcistica di partecipare a tornei ufficiali.

La conformazione dei terreni intorno al paese non presentavano aree pianeggianti utilizzabili per potervi costruire un campo di calcio. Studiate e vagliate allora varie ipotesi, la soluzione fu individuata nel terreno che costituisce tuttora l'area dello stadio. L'area tuttavia si presentava in forte pendenza (l'unico pregio era la vicinanza con il paese). Il terreno faceva parte del podere "Palazzo" di proprietà dell'avvocato Ottavio Simoneschi, il quale, dopo lunghe trattative, si convinse a cedere il terreno in affitto alla Società Sportiva per il simbolico di una lira l'anno. Tutti gli sportivi, giovani e anziani (e anche i non sportivi) prestarono la loro opera, e cioè dare di piccone, spalate, trasportare la terra con le carrette. Si dovette fare i conti anche con una vena d'acqua che affiorò nella parte a monte e che infradiciava costantemente uno spicchio del terreno di gioco. Finalmente le dure zolle furono livellate e il campo si presentò agibile a tutti gli effetti, e cioè con le caratteristiche che avevano allora tutti i campi da gioco paesani: terreno duro e polveroso quando il tempo era secco, fangoso quando pioveva.

Nella primavera del 1947 il tanto anelato campo sportivo fu inaugurato ufficialmente dal sindaco Ezio Stortini e con tanto di benedizione impartita da Don Michele Morviducci.

(Fonte immagine dell’inaugurazione delle stadio comunale nel 1947: Alberto Fabbri, Chianciano fegato sano, Le Balze, Montepulciano, 2003)

Inaugurazione dello Stadio Comunale nel 1947

 

Menu dei collegamenti di utilità