Menu di navigazione

Calendario degli eventi

Salta il calendario degli eventi
Calendario
dicembre  2018
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
26 27 28 29 30 01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 01 02 03 04 05 06

Cultura: arte, eco art e artigianato artistico in mostra a Chianciano Terme

COMUNE DI CHIANCIANO TERME
PROVINCIA DI SIENA
COMUNICATO STAMPA

Chianciano Terme 4 marzo 2016 – ore 15.00



Mostra internazionale: "Ecorinascimento: Eco Art & Arte contemporanea”
Cultura: arte, eco art e artigianato artistico in mostra a Chianciano Terme


A Villa Simoneschi e all’ingresso del Museo civico etrusco fino al 31 marzo 2016



Chianciano Terme (Siena) – La mostra, patrocinata dal Comune di Chianciano Terme e organizzata dall’Associazione culturale “EcoRinascimento” di Firenze, promuove l’Eco Art, l'Arte contemporanea e l’Artigianato Artistico, e diffonde la consapevolezza dell’importanza del ruolo dell’Arte nell’ambiente urbano. La mostra creata in sintonia con il concetto di “fare cultura coinvolgendo”, rendendo partecipi, curata dall’Architetto Massimiliano Silvestri e dalla Designer Elisa Amerena, si svolge nei locali espositivi di Villa Simoneschi e nella Piazzetta del Museo Etrusco di Chianciano Terme.

«Abbiamo cercato di creare una mostra che attirasse il consenso e coinvolgesse tutta la popolazione, artisti e cittadinanza, adulti e bambini - affermano il curatore Massimiliano Silvestri - che mostrasse la maestria, l'energia e la passione dei numerosi artisti presenti in Italia, che spesso non hanno spazio per poter esporre ed esprimere la loro arte».

Nelle sale espositive di Villa Simoneschi in mostra l’Eco Art
con numerose opere create utilizzando materiali di scarto. Esposte le opere di Antonella Turconi, realizzate con rottami di bicicletta, i grandi pesci di Steve Legnetti, creati con i legni raccolti sul mare, i fantasiosi quadri di Manuel Massidda, dipinti su vecchie ante di armadi o piani di tavoli recuperati e le eleganti borse “Belt Bag” create da Francesca Patania con le cinture di sicurezza delle automobili.

Sempre all’interno della Villa un ampio spazio nella mostra è dedicato alle “Eccellenze Toscane” fra le quali le opere dei Maestri dell'Alabastro di Volterra dell'Associazione “Arte in Bottega”, le opere in terracotta delle Fornaci di Impruneta, e le opere degli Artisti della “Fondazione Carnevale di Viareggio” realizzate in Cartapesta, materiale ottenuto dal riciclo dei giornali. Inoltre, sempre nella Villa, un'intera stanza è dedicata alle solari opere della pittrice norvegese Anita Bjørbekk. Inoltre, nella mostra sono presenti opere di artisti italiani di livello internazionale come il fumettista Enzo Troiano e le opere dello Street Artist AXE, coinvolgenti ed eccentriche, oltre ad un grande dipinto a gessetto realizzato dai Madonnari di Curtatone, un'antica arte che continua a dare spettacolo nelle più belle piazze e strade italiane, sempre più richiesta all'estero.

Al piano superiore della Villa sono presenti le opere che hanno partecipato al concorso (organizzato nel mese di dicembre 2015) al quale hanno partecipato numerosi artisti, ma anche un grande numero di studenti, poiché al concorso hanno partecipato più di duecento bambini delle Scuole Elementari e Medie, vere rivelazioni con le loro bellissime opere in arte riciclata. Le opere sono state realizzate riciclando tutti i tipi di materiali (bottiglie di plastica, cannucce, polistirolo, cartone, tappi di sughero, stoffa, foglie secche, piante di tutti i tipi).

Sempre al piano superiore della Villa gli organizzatori hanno pensato di riproporre uno spazio utilizzando materiali provenienti dal “Museo Etnografico delle Bambole di Bolognola, in provincia di Macerata (www.comune.bolognola.mc.it/mostra-delle-bambole) - creato e curato da Elisabetta Colzi e Marina Nunzi – riproponendo le “Eco Barbie” del filone “Barbie Art” denominato “OOAK Barbie” (Barbie “One of a kind”), realizzate utilizzando le Barbie gettate dai bambini e trasformate con vestiti sontuosi in splendidi pezzi unici. Inoltre, è presente una piccola collezione di Bambole della tradizione Giapponese, esemplari di Kijo-Ningjo o “Bambole di Kioto”, esemplari di epoche diverse che vanno dagli anni ’30 agli anni ’50 (suonatrice di Kodo), al 1975 (due ballerine). Quello che colpisce subito l’occhio dell’osservatore attento è la ricchezza delle stoffe di cui sono fatti gli abiti delle bambole, ricavate da vecchi pezzi di kimono ed obi da cerimonia (cinture di broccato che legano i kimono in vita), realmente utilizzati da persone, “intessuti” di decine di simboli augurali, che introducono il visitatore al complesso mondo delle stoffe simboliche giapponesi.


Nel giardino di Villa Simoneschi sono stati allestiti i “Fiori Fotovoltaici” realizzati dall’Architetto Massimiliano Silvestri, connubio tra arte e tecnologia, con funzione di illuminazione, ricarica cellulari e mezzi elettrici. Fotoinserti sono stati allestiti nelle sale espositive di Villa Simoneschi per mostrare i progetti innovativi di mobilità sostenibile legati ai “Fiori Fotovoltaici”.

Nella Chiesetta del giardino di Villa Somoneschi sono allestite le eleganti sculture in marmo dell'artista coreana Choi Yoon Sook, scolpite a Pietrasanta nel Laboratorio Artistico “Marble Studio Stagetti”.

L’esposizione continua nella piazzetta del Museo civico archeologico “Delle Acque” (Viale Dante) con la ricostruzione del Teatro di Leonardo da Vinci, realizzata dai “Fratelli Cinquini Scenografie” di Viareggio, sotto la direzione scientifica del “Museo Ideale Leonardo Da Vinci”.

La mostra è aperta durante i week-end, oppure su prenotazione per gruppi e scolaresche durante la settimana. Per informazioni: tel. 3899988456 – 3477335332; e-mail: ecorinascimento@gmail.com oppure nel sito www.ecorinascimento.com.

  


id Articolo   1516404

Data Inserimento     04/03/2016 15:19:49
Data Ultimo Aggiornamento     04/03/2016 15:25:59

Menu dei collegamenti di utilità