SERVIZIO AFFARI GENERALI – DEMOGRAFICI – URP – INFORMATICA: Comunicazione stampa, Risorse umane, URP, Sistemi informativi, Servizi Demografici


Servizi funebri

Trasporto del defunto in altro Comune italiano, dopo l’accertamento di morte


  1. Dopo il rilascio dell’”accertamento di morte”, la persona defunta può essere trasportata, per il suo seppellimento, presso un altro Comune della Regione Toscana o di altra Regione. Il trasporto  richiede la presentazione di una domanda e il rilascio di un’autorizzazione da parte del Comune di Chianciano Terme.
    La domanda va presentata dopo aver reso la denuncia di morte, in marca da bollo, o direttamente dal cittadino oppure, con delega, tramite impresa autorizzata all’esercizio dell’attività funebre.
    Occorrono: nel caso si presenti l’impresa, oltre alla delega all’impresa stessa, copia di documento d’identità del delegante.
  2. Nel caso in cui lo scopo del trasporto della salma in un altro Comune italiano sia la sua cremazione, devono essere richieste l’autorizzazione alla cremazione stessa e l’autorizzazione al trasporto.
    Per ottenere l’autorizzazione alla cremazione è necessario:
    • se la persona deceduta aveva espresso la volontà di essere cremata, presentare disposizione testamentaria (cioè testamento olografo, da pubblicare e depositare, testamento pubblico o testamento segreto);
    • se il deceduto era iscritto ad un’Associazione di Cremazione, presentare l’iscrizione/tesserino di appartenenza;
    • in alternativa, manifestare, da parte del coniuge o, in mancanza, dei parenti più prossimi, la propria volontà che il defunto sia cremato;
    • se la persona è deceduta in struttura sanitaria, presentare un certificato necroscopico della stessa Direzione Sanitaria, che attesti l’esclusione del sospetto di morte dovuta a reato e l’esistenza di uno stimolatore cardiaco;
    • se la persona è deceduta in abitazione, presentare un certificato del medico necroscopo, che attesti l’esclusione del sospetto di morte dovuta a reato e l’esistenza di uno stimolatore cardiaco,
    • nel caso di iscrizione ad Associazione di Cremazione e di disposizione testamentaria, dichiarare, da parte del famigliare, la non esistenza di stimolatore cardiaco;
    • nell’eventualità sia stata interessata l’Autorità Giudiziaria, presentare il nulla osta di quest’ultima.

La manifestazione di volontà del coniuge o dei parenti, di cui al punto 3., è resa davanti all’Ufficiale di Stato Civile, che redige e sottoscrive il relativo processo verbale, previa identificazione dei dichiaranti tramite idoneo documento d’identità.

Per ottenere l’autorizzazione al trasporto della salma è necessaria la documentazione indicata al punto 1.

Le autorizzazioni al trasporto e alla cremazione vengono rilasciate dall’Ufficio Stato Civile


Per informazioni rivolgersi a:

Ufficio Stato Civile
Via Solferino n. 3 – Chianciano Terme (Siena) – Palazzo comunale – piano terra
Responsabile del servizio – Istruttore Direttivo
Dottoressa Loredana Banini
Telefono: 0578 652260
Fax: 057831607
E-mail: demografico@comune.chianciano-terme.si.it

Orario apertura al pubblico Uffici Demografici:

lunedì – ore 09,00 / 12,30 – pomeriggio chiuso;
martedì – ore 09,00 / 12,30 – pomeriggio (su appuntamento) dalle ore 15,00 alle ore 17,30;
mercoledì – ore 09,00 / 12,30 – pomeriggio chiuso;
giovedì – ore 09,00 / 12,30 – pomeriggio (su appuntamento) dalle ore 15,00 alle ore 17,30;
venerdì – ore 09,00 / 12,30 – pomeriggio chiuso;
sabato – l’ufficio è normalmente chiuso, tuttavia per urgenze è possibile telefonare, nella stessa mattinata, al numero di telefono 0578652260, per verificare la presenza di personale disponibile nell’ufficio.


Quest’area sul nostro sito è organizzata in questo modo:

Risorse correlate