Antica cinta muraria

Nella Chianciano Terme medievale si nota l’agglomerato urbano cinto interamente da mura. Orientate a mezzogiorno si trovano due delle tre porte del nucleo storico: Porta del Sole (anticamente Stiglianese) e Porta Rivellini (anticamente prima porta delle Taverne e poi Porta del Poggiuolo).

Nella parte opposta, esposta a tramontana, le mura fatto un tutt’uno con le abitazione, attaccate l’una all’altra, fino ad arrivare in fondo al paese dove si trova Porta San Giovanni.

L’attuale recinto murario è molto più esteso dell’originario, quanto Chianciano era un Castello medievale.

Il primo ed originario anello delle mura, con alcuni torrioni quadrati, partiva dal luogo dove oggi si trova la Torre dell’Orologio e girava lungo la rocca di Sant’Angelo (ex Monastero) fino ad arrivare a Porta San Giovanni. Da qui, le mura originarie del Castello, proseguivano dietro quello che era il Convento di San Giovanni Evangelista (adiacente all’attuale Chiesa di San Giovanni), dove si trovava una fortificazione fatta a “corno” – da qui il nome della Contrada del Corno – che girava intorno all’abitato e da qui proseguiva lungo la Compagnia della Croce, dove c’era una torre quadrata. Da qui le mura proseguivano, ed ancora oggi sono ben visibili, fino alla discesa di Porta del Sole. Le mura poi, risalivano per la salita un tempo denominata “le Casacce” e si ricongiungevano alla Torre dell’Orologio.

Il recinto murario successivo, quello che oggi possiamo ben vedere, fu aggiunto nel 1349. Le mura quindi furono ampliate e il portone di ingresso al centro medievale fu portato dalla Torre dell’Orologio, dove si trovava prima, antica Porta delle Taverne, oggi Porta Rivellini, seguendo una linea retta, in quella che all’epoca veniva denominata strada “del Fosso”.

Anticamente Porta Rivellini aveva tre torrioni, uno quadrato e due rotondi: Le mura erette nel 1349 da questa porta si uniscono fino a Porta del Sole, per proseguire lungo la Compagnia della Croce, la Chiesa di San Giovanni e proseguono, come il vecchio recinto, lungo quelle che ancora oggi vengono chiamate “le Carbonaie”, l’orto un tempo del Conservatorio di Sant’Angelo (ex Monastero) fino a ricollegarsi a Porta Rivellini.

Centro storico – si noti il muro lunga la strada, antico muro di cinta del nucleo medievale

Consiglio

Una volta entrati da Porta Rivellini e giunti alla prima piazzolina, sulla sinistra, alzando gli occhi, potete notare le vecchie mura del castello originario (ex Monastero) e sulla destra se prendete la strada che scende, Via delle Mura, potete notare l’imponenza delle vecchie mura del castello medievale di Chianciano Terme.

Facciata dell’antico Castello, poi Monastero. Visibile da Via Casini

 

Le vecchie mura sotto la Torre dell’Orologio. La strada in salita un tempo era denominata “le Casacce”.

Pagina creata l’11 ottobre 2018 – Aggiornamento 29 aprile 2020 ore 12.33

ID: 2956

Quest’area sul nostro sito è organizzata in questo modo:

Risorse correlate