Regione Toscana
Accedi all'area personale

Accreditamento di strutture e servizi nel sistema sociale integrato

  • Servizio attivo

L’accreditamento attribuisce a strutture residenziali e semiresidenziali, servizi di assistenza domiciliare e altri servizi alla persona l’idoneità ad erogare prestazioni sociali e socio sanitarie di qualità per conto degli enti pubblici competenti.

Accreditamento di strutture e servizi nel sistema sociale integrato

A chi è rivolto

L'accreditamento può essere richiesto:

  • dal Legale Rappresentante delle strutture pubbliche e private individuate dall’articolo 21, comma 1, della l.r. 41/2005, in possesso dell’autorizzazione al funzionamento;
  • dal Legale Rappresentante dei soggetti pubblici e privati, compresi gli enti e organismi a carattere non lucrativo, per l’erogazione dei servizi di assistenza domiciliare e degli altri servizi alla persona (art. 7, c.1 l.r. 82/2009);
  • dagli operatori individuali per l’erogazione dei servizi di assistenza domiciliare (art. 7, c.2 l.r. 82/2009);

I soggetti accreditati, in ottemperanza a quanto previsto dagli artt. 5 e 8 della L.R. 82/2009 e con le modalità ivi stabilite, sono tenuti ad effettuare annualmente la verifica delle attività svolte e dei risultati raggiunti, tramite un' autovalutazione sulla base degli indicatori previsti dalle deliberazioni di Giunta Regionale n. 245 e n. 289 sopra citate ai sensi dell' art. 8 della L.R. 82/2009. L' autoverifica deve essere comunicata entro gli stessi termini al Comune di Chianciano Terme attraverso il Portale Sportello Unico Attività Produttive (SUAP).

Descrizione

La Legge R.T. n. 82/2009 e successive modifiche ed integrazioni, disciplina l’accreditamento delle strutture residenziali e semiresidenziali pubbliche e private, dei servizi di assistenza domiciliare e degli altri servizi alla persona, compresi quelli che operano nelle aree dell’integrazione socio sanitaria, al fine di promuovere la qualità del sistema integrato dei servizi e delle prestazioni e l’adeguatezza alla soddisfazione dei bisogni. L'accreditamento attribuisce ai soggetti pubblici e privati l’idoneità ad erogare prestazioni sociali e socio sanitarie per conto degli enti pubblici competenti, ed ha validità su tutto il territorio regionale (art. 2 l.r. 82/2009).

Cambiamenti sostanziali introdotti con la nuova normativa

A partire dall' approvazione delle Delibere di Giunta Regionale n. 245/2021 e n. 289/2021 è giunto a compimento l' iter di revisione della normativa in materia di accreditamento iniziato con le modifiche apportate alla L.R. 82/2009 dalla L.R. 21/2017. Le principali novità consistono nell' entrata in vigore del DPGR 86/R del 11/8/2020 e nel passaggio di competenze dell' accreditamento delle strutture autorizzate al funzionamento  ai sensi dell' art. 21 L.R. 41/2005, che non sarà più a carico del Comune ma direttamente della Regione Toscana.

L' accreditamento dei servizi ex art. 7 L.R. 82/2009 continuerà, invece, ad essere di competenza del Comune.

Come fare

Per richiedere l'accreditamento dei servizi di assistenza domiciliare e degli altri servizi alla persona è necessario compilare e sottoscrivere a norma di legge la specifica istanza di accreditamento, allegando alla stessa, con riferimento alla L.R. 82/2009, al Regolamento approvato con DPGR 11 agosto 2020 86/R e alle deliberazioni di Giunta Regionale n. 245 del 15/3/2021 e n. 289 del 22/3/2021, la dichiarazione relativa al possesso dei requisiti generali e quella relativa al possesso dei requisiti specifici in relazione alla tipologia di servizio erogato. Per il solo servizio di assistenza domiciliare erogato da operatori individuali (assistente familiare) non è richiesta la compilazione del doppio modulo dei requisiti (generali e specifici), avendo la Regione Toscana previsto un unico modulo contenente tutti i requisiti richiesti. L'assistente familiare può, nella sezione Dichiarazione dati di contatto - DICHIARA INOLTRE, autorizzare o meno il Comune a pubblicare il numero di telefono e mail indicato negli appositi elenchi di assistenti familiari accreditati al fine di favorire l’incontro domanda e offerta di lavoro.
Il consenso autorizza a comunicare i contenuti degli elenchi ai soggetti interessati.               

Le istanze devono essere redatte attraverso il Portale regionale STAR,  raggiungibile tramite Portale SUAP del Comune al seguente    link: https://servizi.patti.regione.toscana.it/star/ente/13.13.3.U.000.052031?dominio=SUAP


Per ulteriori informazioni vedi anche: https://www.regione.toscana.it/-/autorizzazione-e-accreditamento-strutture-del-sistema-sociale-integrato

Cosa serve

Le modalità e i requisiti per richiedere ed ottenere l’accreditamento sono indicati nella legge regionale del 28/12/2009 n. 82 art. 4 , nel Regolamento approvato con DPGR 86/R del 11/8/2020, nelle Deliberazioni di Giunta Regionale n. 245 del 15/3/2021 e n. 289 del 22/3/2021 e relativi allegati.

Cosa si ottiene

L’accreditamento attribuisce a strutture residenziali e semiresidenziali, servizi di assistenza domiciliare e altri servizi alla persona l’idoneità ad erogare prestazioni sociali e socio sanitarie di qualità per conto degli enti pubblici competenti.

Tempi e scadenze

Secondo l'iter previsto.

Condizioni di servizio

  PDF34,7K Termini e Condizioni di Servizio

Altre informazioni

Normativa di riferimento:

  • Legge regionale 82 del 28-12-2009.pdfD.P.G.R n. 86 del 11-08-2020.pdf
  • Delibera 245 del 15-03-2021.pdf
  • Delibera 289 del 22-03-2021.pdf
  • Delibera GR 256/2023
  • Delibera GR 937/2023

Documenti

Ultima modifica: venerdì, 12 aprile 2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio !

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri